Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni.
Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo.

Loading...

Presento con piacere il lavoro dell'architetto Ilaria Pecoraro, che ha ideato e curato con lodevole passione e competenza i contenuti di questo volume, del sito www.itineracarovigno.it e dell'annessa APP, affiancando alle fasi d'indagine l'elaborazione di un progetto di Conservazione Integrata che mira al restauro del parco comunale di Carovigno 'Salvatore Morelli' e del refettorio del convento seicentesco di Santa Maria del Soccorso, monumento architettonico più volte oggetto del mio interesse.

Con approccio scientifico storico-critico e multidisciplinare, supportato dall'attenta consultazione della letteratura di riferimento, la ricerca indaga temi diversi, offrendo un'attenta lettura delle peculiarità naturali, artistiche e culturali del territorio di Carovigno. I temi della valorizzazione e della fruizione dei beni culturali sono affrontati da Ilaria Pecoraro con quel metodo analitico che il Servizio beni culturali della Regione Puglia cerca di promuovere non solo a scala architettonica, ma anche a livello urbano e territoriale per la conservazione integrata dei beni materiali e immateriali pugliesi, come previsto dalla legge regionale n. 17/2013 "Disposizioni in mataria di beni culturali" e dal nuovo Piano paesaggistico, in particolare con il progetto "Sistemi Territoriali per la fruizione dei beni culturali e paesaggistici". Dall'individuazione degli itinerari di arte e natura e dalla cantierizzazione dell'intervento di restauro conservativo, emerge la chiara volontà da parte della studiosa-progettista di condividere la ricerca con competenze complementari a quelle dell'architettura, quali l'urbanistica, la geologia, la biologia, la storia dell'arte, l'archeologia, la web comunication.

Assume valore, in questo contesto, la lettura architettonico-paesaggistica dei percorsi di cultura e di fede delle vie Appia-Traiana e Francigene del Sud. Per quest'ultima, in particolare, la recente candidatura al Consiglio d'Europa per il riconoscimento ufficiale, che ha come capofila la Regione Puglia, richiede approfondimenti e diffusione di conoscenza, uniti a iniziative che garantiscano la tutela e la valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale lungo il tracciato.

Apprezzo gli esiti ai quali sono giunte le azioni sinergiche dell'amministrazione comunale e degli uffici del GAL Alto Salento e la messa in rete di saperi specialistici da parte di Ilaria Pecoraro, tutti confluiti in un progetto nel quale gli attori locali conivolti hanno, a giusto titolo, riposto grande fiducia. Per questo auspico che l'intervento, finanziato con fondi comunitari e comunali, non resti episodico e possa sopratutto generare la crescita di consapevolezza ei grandi valori culturali, ambientali, paesaggistici della città di Carovigno, e delle loro potenzialità ai fini di uno sviluppo più sostenibile e durevole di quello perseguito nella seconda metà del Novecento.

 

 

Prof.ssa Angela Barbanente
Vicepresidente e Assessore alla Qualità del territorio – Regione Puglia

In collaborazione con...


GAL Alto Salento.jpg