Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni.
Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo.

Loading...

Abbarbicata sulla cima del colle, l'antica Carbinia domina superba la piana brindisina. Qui ulivi millenari si estendono dalla selva alla marina, in prossimità dello “scoglio degli Achei”, probabile approdo del poeta Virgilio, di rientro dalla Grecia nel 19. a.C.
Nel corso di tre millenni, qui come altrove in Puglia, la città consolidata si è stratificata su se stessa. L'acropoli messapica, sorta forse sui ruderi della città fondata dai micenei (II-I millennio a.C.) (LO PORTO 1986; BIANCOFIORE 1994; COPPOLA 1978; QUILICI-GIGLI 1975), oggi chiamata rione "Terra", è ben visibile per chi giunge da San Vito dei Normanni o da Ostuni. Nel linguaggio medievale con il termine “terra” s'intendeva un luogo murato e fortificato con torre (FILOMENA 1990; BEKKER 1854). Il suo skyline è disegnato dai profili delle emergenze architettoniche monumentali dei campanili, delle chiese, del castello intra moenia, stretti in un abbraccio dal decoroso tessuto edilizio di base (fig. 4.1).

Ai piedi del colle, sul lato occidentale, il centro storico confina con il Parco del Castello. Contestualmente, sul versante orientale, resistono i lacerti degli orti periurbani, perimetrati da tracce delle mura messapiche (V-IV sec. a.C.), in buona parte andate distrutte o fagocitate dall'espansione urbana della città Novecentesca. L'antica Carbinia, possedeva cerchie murarie di età preclassica (CAVALLO 1910) (fig. 4.2), d'impianto circolare (diametro di 2000 metri) e sezioni considerevoli (2,70-4,27 metri), ancora ben visibili alla fine dell'Ottocento da Alessandro Massimo Cavallo e da Cosimo De Giorgi (CAVALLO 1910; DE GIORGI 1881) e studiate approfonditamente negli anni Ottanta e Novanta del XX secolo (COCCHIARO 1994 e 1997). Governata dai messapi (VII-IV sec. a.C.), rasa al suolo dagli spartani di Taranto (fine V sec. a.C.), assoggettata a Roma (dal III sec. a.C.), Carvineum si trasforma in un piccolo centro di produzione agricola, sotto la dominazione bizantina (secoli VI-XI). Conquistata dai Normanni, poi dagli Svevi e dagli Orsini, dopo il 1463 è annessa alla corona d'Aragona. Saccheggiata dai veneziani (1483) e dalle scorrerie saracene a più riprese (secc. XVI-XVII), diviene feudo borbonico fino all'Unità d'Italia (ANDRIANI 1889; QUILICI-GIGLI 1975; DE GIORGI 1882, CAMASSA 1834; FILOMENA 1994).

Il cento storico di Carovigno ospita un insieme corale di architetture modeste e monumentali, che suscitano un originale fascino estetico. Infatti, l'insediamento urbanistico intra moenia è di matrice orientale ed è caratterizzato da strette viuzze, corti quadrate, vichi ciechi, disposti secondo una soluzione planimetrica labirintica. Quest'ultima si sposa con un corretto rapporto dimensionale fra ampiezza delle strade pedonali (l= 2-3 metri) e altezza degli edifici (3-5 metri); fra elementi decorativi a bassorilievo, scalette e mignani (fig. 4.3), intradossi delle mensole dei balconi (fig. 4.4), curviedde (fig. 4.5), pontoni ovvero archetti di scarico (fig. 4.6), piccole ma frequenti nicchie votive (fig. 4.7), basse e articolate porte di accesso al borgo murato del Trecento (fig. 4.8), del Cinquecento (fig. 4.9a, fig. 4.9b, fig. 4.9c) e dei primi del Novecento (fig. 4.9d).

L'impiego di un linguaggio compositivo, omogeneizzato dall'uso del latte di calce, dà vita ad una vera e propria koiné artistica, rileggibile sia nel monumento singolo e singolare, sia nell'insieme storico-architettonico della città antica, nel seguito illustrata.

  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia
  • I monumenti architettonici e paesaggistici intra/extra moenia

In collaborazione con...


GAL Alto Salento.jpg